E’ chiamato signore quando è davanti bastardo quando volta le spalle.


bambina_poliziotto.jpg


Un poliziotto, come tutti gli uomini,

è un impasto di Dio e peccatore;

Fra tutti è il più desiderato, una creatura senza nome.

E’ chiamato signore quando è davanti bastardo quando volta le spalle.

Deve essere diplomatico, capace di distinguere le persone,

dare a ciascuna l’impressione di esser vincitore.

Se è cortese è un adulatore, se non lo è è un maleducato.

Se è elegante è un vanitoso, se è trasandato è zotico.

Deve prendere decisioni che ad un avvocato richiederebbero un mese,

ma se si affretta è negligente,  se va con i piedi di piombo è pigro.

Il poliziotto deve arrivare primo sul posto dell’incidente e deve emettere sentenze infallibili;

deve essere capace di riattivare il respiro fermato,

di arrestare un’emorragia,

di cucire una ferita,

o altrimenti aspettarsi di essere citato in giudizio.

Deve conoscere ogni arma,

sparare in corsa,

colpire dove non fa male.

Deve essere in grado di neutralizzare due uomini grossi due volte lui e con la metà dei suoi anni, senza peraltro essere brutale.

Se viene colpito per primo  è un vigliacco, altrimenti è un violento.

Da un capello deve riuscire a descrivere il delitto,

l’arma usata e dove si nasconde il criminale.

Se poi lo cattura è solamente fortunato,

se non ci riesce è un incapace.

Se è promosso ha  degli appoggi politici,

altrimenti è inetto che non vale due soldi.

Il poliziotto deve essere un sacerdote,

un assistente sociale,

un diplomatico,

uno psicologo,

un bravo ragazzo e un gentiluomo, 

ma soprattutto un genio  per riuscire a mantenere la famiglia con lo stipendio di un poliziotto.”

 

(anonimo)

E’ chiamato signore quando è davanti bastardo quando volta le spalle.ultima modifica: 2012-04-26T14:55:54+02:00da ilkardone
Reposta per primo quest’articolo

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.